07 aprile 2020

Sommario: corso online
Gli infortuni sul lavoro sono oggetto di crescente attenzione, anche da parte dei mass media. Il fenomeno, merita indubbiamente grande attenzione, purché non manchi il rigore che l’importanza dell’argomento richiede. L’impianto normativo odierno, basato sulla normativa nazionale e su quella europea è estremamente ampio e completo, e identifica con chiarezza ed univocità ruoli e responsabilità. Dunque, come si può affrontare il fenomeno infortunistico così da conseguire livelli di rischio accettabili, tutelare le responsabilità personali di ciascuno, contemperando tutto ciò con i budget economici ? Sul piano delle soluzioni a beve termine, attraverso l’attività di vigilanza, condotta ad esempio in conformità alle norme tecniche che regolamentano le attività di ispezione (UNI CEI EN ISO 17020), garantendo indipendenza e obiettività di giudizio. A medio-lungo termine, attraverso l’adozione di strumenti e metodi di analisi dei rischi e di pianificazione delle misure tecniche. Tutto poi deve fondarsi su una rivoluzione interna alle organizzazioni in materia di Comunicazione e Informazione, in un conteso come quello della Sicurezza ove la collaborazione fra datori di lavoro e lavoratori è essenziale, altrimenti si rischi di essere tutti perdenti.

Per poter partecipare al corso, l’interessato deve avere un computer, oppure un tablet o un cellulare collegato ad internet.

Una volta trasmesso il modulo di adesione e la copia dell’avvenuto pagamento della quota di partecipazione, l’interessato riceverà per email il link internet e le credenziali per accedere alla piattaforma online

Programma
Il programma è aderente a quello fissato dalla Conferenza Stato Regioni, con l’integrazione di alcuni contributi specifici.

Il corso si propone di fornire le basi di conoscenza necessarie alla valutazione dei rischi e alla gestione della sicurezza e della manutenzione delle organizzazioni lavorative. A tale scopo il corso affronta la trattazione dei fenomeni rischiosi che possono ricorrere, informa sulle norme di legge e di buona tecnica esistenti al riguardo e introduce alle metodologie di analisi dei sistemi e affidabilistiche utili a prevedere e a gestire fenomeni imprevisti nel funzionamento delle macchine, delle apparecchiature e degli impianti. Particolare enfasi viene data alla Manutenzione, quale disciplina fondamentale per la garanzia della sicurezza di un qualsiasi sistema, anche alla luce di alcune significative tendenze in atto (facility management, global service, outsourcing).

MODULO 1. GIURIDICO – NORMATIVO
– sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori;
– gli organi di vigilanza e le procedure ispettive;
– soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. n. 81/08:
– compiti, obblighi, responsabilità e tutela assicurativa;
– delega di funzioni;
– la responsabilità civile e penale e Ia tutela assicurativa;
– la “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D.Lgs. n. 231/2001, e s.m.i.;
– i sistemi di qualificazione delle imprese e la patente a punti in edilizia.

MODULO 2. GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA
– modelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (articolo 30, D.Lgs. n. 81/08);
. gestione della documentazione tecnica amministrativa;
. obblighi connessi ai contratti di appalto a d’opera a di somministrazione;
– organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze;
– modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e in ordine all’adempimento degli obblighi previsti al comma 3 bis dell’art. 18 del D. Lgs. n. 81/08;
– ruolo del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione e protezione.
– la norma UNI ISO 45001 sui requisiti dei sistemi di gestione per la sicurezza

MODULO 3. INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI
– criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi;
– il rischio da stress lavoro-correlato;
– il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, alla provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale;
– il rischio interferenziale e la gestione del rischio nella svolgimento di lavori in appalto;
– le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio;
– la considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti;
– i dispositivi di protezione individuale;
– la sorveglianza sanitaria
– la norma UNI CEI EN IEC 31010 sui metodi di valutazione dei rischi
– il metodo dello zainetto (“knapsatch”) per la pianificazione economica delle misure tecniche

MODULO 4. COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI
– competenze relazionali e consapevolezza del ruolo;
– importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale;
– tecniche di comunicazione;
– lavoro di gruppo e gestione dei conflitti;
– consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
– natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

Calendario
7, 9, 14, 16 aprile 2020 – orario: dalle 9.30 alle 13.30

Quota di adesione
Euro 170 + IVA = Euro 207,40

Allegato
Scarica il modulo di iscrizione